Free Ola Bini!
Lettera al Primo Ministro di Svezia

Lettera al Primo Ministro di Svezia

Caro Primo Ministro Stefan Löfven,

L'11 aprile, il cittadino svedese Ola Metodius Bini, uno sviluppatore di software libero, è stato arrestato in Quito (Ecuador). Egli ha vissuto nella Repubblica dell'Ecuador negli ultimi sei anni. Ola Bini sta ora scontando una detenzione preventiva di 90 giorni. Non gli è stata concessa la cauzione.

Il caso di Ola Bini ha destato preoccupazione a livello mondiale. Il relatore speciale delle Nazioni Unite sulla libertà di espressione, David Kaye ha affermato che "nulla in questa storia collega Ola Bini ad alcun crimine". Inoltre, ha detto, "il governo dell'Ecuador deve dimostrare più di questo altrimenti questa sembra una detenzione arbitraria". L'organizzazione del relatore speciale per la libertà di espressione dello Stato americano, Edison Lanza, ha aggiunto: "Condivido la preoccupazione del relatore David Kaye in merito all'arresto e alla detenzione dell'attivista digitale Ola Bini".

Amnesty International e Articolo 19 hanno pubblicamente ripetuto questa preoccupazione e stanno monitorando da vicino il caso.

L'11 aprile Ola Bini stava andando in Giappone per un corso di arti marziali, divulgandolo su twitter una settimana prima. È stato detenuto dalla polizia ecuadoriana. In violazione di giusto processo, la polizia non ha contattato le autorità svedesi. Questo processo dovrebbe essere parte degli standard della legge ecuadoriana. Dopo 15 ore dalla sua detenzione iniziale, hanno eseguito la notifica.

I diritti umani di Ola Bini sono stati violati ripetutamente dalla polizia, dal Ministero dell'Interno, dall'ufficio del Procuratore Generale e dal giudice responsabile del caso. Gli agenti che inizialmente lo hanno detenuto non avevano un mandato valido. Gli è stato negato l'accesso ai suoi avvocati per 17 ore. Non gli è stato permesso di avere un traduttore, anche se il suo spagnolo è rudimentale. Non è stato informato delle accuse contro di lui.

Ola Bini è stato trattenuto all'aeroporto per più di otto ore. In violazione della legge ecuadoriana, non è stato trasferito alle strutture di polizia. La polizia poi lo ha portato alla sua dimora, dove lo haano costretto a permettergli l'accesso. Alla fine, è stato portato in una struttura abbandonata dalla polizia giudiziaria, dove ha trascorso la notte. Fino a quel momento, non gli è stato fornito nessun accesso ad assistenza o consulenza legale.

Il mattino seguente - il 12 aprile - Ola Bini è stato trasferito all'Ufficio del Procuratore, dove è rimasto per altre 12 ore prima di un'udienza. Per un totale di 17 ore a Ola Bini non è stato consentito l'accesso a parere legale o cibo. I suoi avvocati riferiscono di essere stati molestati e minacciati dalla polizia.

All'udienza, il pubblico ministero non ha offerto alcuna prova contro Ola Bini. In base al Codice Penale ecuadoriano, è stato accusato di un crimine molto grave - attacco all'integrità di sistemi informatici. Nonostante la mancanza di prove, il giudice ha posto Ola Bini in detenzione preventiva per 90 giorni. Non c'è stata udienza per la cauzione.

Crediamo che il processo sia politicamente motivato. Accuse fabbricate, senza prove, sono state portate contro un innocente. È stato intrappolato in una disputa che non lo riguarda e nel quale non è affatto coinvolto. Non c'è una singola prova che lo incrimina. Ola Bini è trattenuto in una prigione ecuadoriana, ha negata la sua libertà su cauzione e non ha garanzie di giusto processo.

Ola Bini è una figura rispettata a livello mondiale nella comunità del software libero e un rinomato attivista per il diritto alla privacy. Nel 2010, la rivista Computerworld lo ha nominato il 6° miglior sviluppatore della Svezia. È membro di varie reti europee e internazionali per software libero e privacy, e partecipa a progetti di altissimo livello, alcuni dei quali sponsorizzati dalla Commissione Europea. Ola non ha mai espresso alcuna opinione che sarebbe in alcun modo una minaccia per il governo ecuadoriano.

Come sostenitore e attivista per il diritto alla privacy, Ola ha visitato più volte Julian Assange presso l'ambasciata ecuadoriana a Londra. Tuttavia, non lavora per Wikileaks, né ha mai lavorato per loro. Ogni accusa di cospirazione contro il governo ecuadoriano e i suoi sistemi informatici è falsa e ridicola.

Facciamo appello al governo svedese affinché intraprenda un'azione ferma e immediata. Finora, gli sforzi del governo svedese si sono limitati alla presenza del Console Onorario svedese a Quito. Mentre siamo grati che il Console Onorario svedese di Quito si sia impegnato, chiederemo a te e al governo di sollevare queto caso a livello politico, poiché sembra esserci una ragione politica dietro l'arresto. Siamo sicuri che l'equivoco su chi sia Ola e di cosa si occupa possa essere risolto rapidamente. La società svedese e il governo svedese sono riconosciuti in tutto il mondo come promotori e difensori attivi dei diritti umani e della libertà di espressione. La sua famiglia, i suoi amici, i suoi colleghi, invitiamo il governo svedese a intercedere per Ola davanti presso le autorità ecuadoriane, chiediamo rispetto per la legge e per i diritti umani di Ola, e di facilitare il suo immediato ritorno in sicurezza in Svezia.

Rispettosamente,

I cittadini preoccupati

Pamela Anderson / Actress

Brian Eno / Artist, Musician

Yanis Varoufakis / DiEM25 co-founder, Professor of Economics – University of Athens

Arundahti Roy / Author

Danny Glover / Actor

Dave Eggers / Author

Noam Chomsky / Institute Professor (emeritus) MIT, Laureate Professor U. of Arizona

Adolfo Perez Esquivel / Recipient Nobel Peace Prize 1980, Argentina

Evgeny Morozov / writer and researcher on social implications of technology

Srecko Horvat / Philosopher

Jean-Luc Mélenchon / French MP and President of the Parliamentary Group France Insoumise

Pablo Iglesias / General Secretary Podemos, presidential candidate, Spain

Mairead Maguire / Recipient Nobel Peace Prize 1976, UK

Vendela Vida / Author, USA

Martin Fowler / Software Development Author

Agustín Frizzera / Director - Democracia en Red -

Eli Gomez Alcorta / Lawyer of Milagros de Sala and diverse causes of defense of human rights

Gloria Verónica Sammartino / Professor - Universidad Buenos Aires

José Shultman / President of the Argentine League for Human Rights

Juan Grabois / CTEP leader and Patria Grande Front member. Coordinator of the dialogues of popular movements with Pope Francisco

Manuel Bertoldi / Patria Grande Front

Marga Ferré / President of La FEC, Foundation Europe of the Citizens

Scott Ludlam / Former Australian Senator

Tim Norton / Digital Rights Watch

Davide Castro / DiEM25, and Co-Founder World Solidarity Forum

Christian Leon / Political Innovation Asuntos del Sur

Wagner Moura / Actor, Director

Ariovaldo Ramos / Evengelical Front for a State of Rights

Bernardo Loureiro Jurema /

Carol Proner / Member of the International Committee of the Brazilian Association of Jurists for Democracy

Eleonora de Lucena / Journalist

Fabio Luis Barbosa dos Santos / Professor at UNIFESP University Brazil

Frei Betto / Dominican friar and writer

Heloisa Fernandes / Sociologist - Universidade de São Paulo

João Paulo Rodrigues / National Direction of MST and of Brazil Popular Front

Joao Pedro Stedile / MST and Via Campesina Brasil

Leonardo Boff / Theologian, Philosopher and Member of the International Earth Charta Comission

Marco Antonio Santos / Psychologist

Paulo Sergio Pinheiro / Former minister for human rights and former coordinator of the National Truth Commision

Rodolfo Lucena / Journalist

Valerio Arcary / Historian and Teacher - IFET São Paulo

Virgínia Fontes / Professor - University, Rio de Janeiro

Cory Doctorow / Author and co-editor, Boing Boing

Javier Arteaga / Director, Feeling

Nicolás Díaz Cruz / Executive Director, Extituto de Política Abierta

David Heinemeier Hansson / Danish programmer

Alfredo Velazco / Usuarios Digitales

Pavel Égüez / Muralist Painter

Rubén Zavala / Popular education professor, photographer

Sofía Celi / Technologist

George Danezis / University College London

Nicklas Andersson / CTO

Perti Sumula / Association - Friends of the MST

Antoine Deltour / Whistleblower

Frank Barat / Russell Tribunal

Ana Miranda / European Parliament MP, Group of the Greens/European Free Alliance

Angela Richter / Director

Geraldine de Bastion / Konnektiv Kollektiv

Heike Hänsel / MP, Left Party Spokesperson on the Committee on International Relations of the German Bundestag

Heinrich Buecker / Coop Anti-War Cafe Berlin

Johanna Scheringer-Wright / Member of Regional Parliament of Thuringia (Mitglied des Landtages Thüringen)

Katharina Wojcik / DiEM25

Moritz Bartl / Renewable Freedom Foundation

Sevim Dagdelen / MP, Vice Chair Left Parliamentary Group of the German Bundestag

Walter Palmetshofer / Open Knowledge Foundation Germany

Dmytri Kleiner /

David Adler / Diem25

Eirini Mitsiou / Member of Coordinating Collective in DiEM25

Erik Edman / Sociologist, Activist, MEP candidate MeRA25

Renata Avila / Executive Director, Fundación Ciudadanía Inteligente

Birgitta Jónsdóttir / Former parliamentarian for the Civic Movement & Pirate Party in the Icelandic Parliament & chairman for IMMI (International Modern Media Institute).

N. Ram / Chairman of The Hindu Publishing Group, Chennai, India

P. Sainath / Founder, People’s Archive of Rural India

Prabir Purkayastha / President Free Software Movement of India

Vijay Prashad / Director, Tricontinental: Institute for Social Research

Y Kiran Chandra / General Secretary Free Software Movement of India

Clare Daly / Deputy to the Dáil (MP), Independents 4 Change

Mick Wallace / Deputy to the Dáil (MP), Independents 4 Change

Carlo Freccero / Author

Felice Cappa / Author, Director

Francesca Bria / CTO Barcelona and DECODE project lead

Lorenzo Marsili / Co-Founder European Alternatives

Khadija Ryadi / Laureate UN Human Rights Award 2013

Gustavo Banegas / PhD Student/Technische Universiteit Eindhoven

Maricarmen Sequera / Executive Director, TEDIC

Irvin Jim / General Secretary, National Union of Metalworkers of South Africa (NUMSA)

Richard Pithouse / Publisher - New Frame

S'bu Zikode / President of Abahlali BaseMjondolo

Zackie Achmat / UniteBehind

Alberto Garzón / Spanish MP and General Coordinator of United Left Party

Almudena Bernabéu / Human Rights Lawyer, Co-founder of Guernica 37

Enrique Santiago / General Secretary of the Spanish Communist Party, Human Rights Lawyer

Ernest Urtasun / European Parliament MP, Group of the Greens/European Free Alliance

Estefanía Torres Martínez / European Parliament MP, Confederal Group of the European United Left - Nordic Green Left

Gerardo Pisarello / First Deputy Mayor Barcelona City

Javier Couso Permuy / European Parliament MP, Confederal Group of the European United Left - Nordic Green Left

José María Guijarro / Spanish MP and General Secretary of the Parliamentary Group of Unidas Podemos

Lola Sánchez Caldentey / European Parliament MP, Confederal Group of the European United Left - Nordic Green Left

Maite Mola / Vice President of the Party of the European Left (PEL)

Miguel Urban / European Parliament MP, Confederal Group of the European United Left - Nordic Green Left

Pablo Bustinduy / Spanish MP and International Secretary of Podemos

Tania González Peñas / European Parliament MP, Confederal Group of the European United Left - Nordic Green Left

Xabier Benito Ziluaga / European Parliament MP, Confederal Group of the European United Left - Nordic Green Left

Yolanda Cvitak / MundoJusto

Jimmy Nilsson / Founder of factor10

Jon-Erling Dahl / CTO / fooheads AB

Niclas Nilsson / CEO at fooheads AB

Zimoun / Artist, Switzerland

Ammar Amroussia / MP (Popular Front) Tunisia

Hamma Hammami / GS (Popular Front) Tunisia

Heikel Belkacem / MP (Popular Front) Tunisia

Jilani Hammami / MP (Popular Front) Tunisia

Paul Mason / Journalist and Decode advisory panel member

Aijaz Ahmad / Chancellor's Professor in the Department of Comparative Literature, University of California (Irvine)

Albert Leger / Artist/Activist

Anthony Arnove / Publisher

Colonel Ann Wright / Veterans for Peace and former UN Diplomat, who resigned in 2003 in opposition to the US war on Iraq

Cristina García / Novelist

Daniel Goodwin / Attorney

David Harvey / City University of New York

Jodie Evans / co-founder CODEPINK; Women for Peace

John Kiriakou / former CIA Counterterrorism Officer and former Senior Investigator, US Senate Foreign Relations Committee

Joslyn Barnes / Film Producer

Mark Weisbrot / CEPR, USA

Medea Benjamin / co-founder CODEPINK; Women for Peace

Mishi Choudhary / Legal Director, Software Freedom Law Centre

Neville Roy Singham / Founder of ThoughtWorks, now retired

Patrick Linskey / Principal Engineer, Cisco Systems Inc.

Reverend Dr. William J. Barber II / Repairers of the Breach and Poor Peoples Campaign, USA

Shanti Marie Singham / Professor of History and Africana Studies, Williams College, Massachusetts USA

Stephanie Whited / Communications Director - torproject. Actor, Writer

Vivien Lesnik Weisman / Latinovision Productions

William E. Binney / Former Technical Director at NSA

Carolina Resende Haddad /

Seth Pyenson /

Affiliations are listed for identification purposes