Free Ola Bini!

Rivelare Passwords

È sera nel blocco della cella. Le cose sono abbastanza tranquille. E` stata una lunga giornata. Molti hanno avuto visite dai loro avvocati, alcuni sono stati rilasciati; Molti di loro ha concluso la loro pena giovedì, ma il venerdì era vacanza e, a causa della lenta amministrazione, sono stati rilasciati solo oggi, lunedì sera.

Abbiamo ricevuto anche un nuovo arrivo. Succede quasi tutti i giorni. La routine è la stessa: il "capo" introduce le procedure e la maggior parte della gente dice ciao, quindi viene laciato solo per adattarsi per un po'. La maggior parte ha un'espressione stordita, come se ancora non capissero davvero cosa stia succedendo. Alcuni piangono, più tardi, nel buio delle loro celle. Ricordo la sensazione quando sono arrivato qui, suppongo di essermi adattato, ma non è ancora facile.

Una settimana fa abbiamo avuto un'udienza con il pubblico ministero e le persone della scientifica forense, le persone che si stanno lacerando e sezionando tutta la mia vita digitale.

Mi hanno chiesto se potevo aiutarli e dare loro volontariamente le mie password, in modo che potessero ispezionare il contenuto di tutti i miei dispositivi. Ho detto no.

Ora, dire di no è un po 'di lusso. In molte giurisdizioni in tutto il mondo, avrei potuto essere trattenuto per aver rifiutato di fornire password. Non ricordo e non ho accesso a Internet, quindi posso cercarlo, ma le frasi per non fornire le password possono essere lunghe. Avrei comunque detto ancora di no.

Anch'io, di proposito, non uso mai nessuno dei fantastici oggetti biometrici che Apple ha, per esempio cose come Face ID e Touch ID. Non mi fido di queste tecnologie e in particolare Touch ID sono complesse da un punto di vista legale. La maggior parte delle giurisdizioni consente durnate il processo o alla polizia di prendere le proprie impronte digitali. Ciò significa che puoi essere costretto a sbloccare, anche se non saresti costretto a rinunciare al tuo passcode. La stessa cosa con il riconoscimento facciale.

Ci sono molte ragioni per cui non sono interessato a presentare la richiesta dell'accusa. Il primo, e il più semplice, è che non riconosco o accetto la loro autorità legale. Non hanno rivelato ciò che pensano io abbia fatto; quando, come o dove. Non hanno prove e mi hanno messo in prigione senza alcuna giustificazione adeguata. Questa è una parodia di giustizia e chiunque prenda parte a questa truffa perde ogni autorità legale che altrimenti avrebbero avuto.

Non posso impedirgli di imprigionarmi, ma certamente non riconosco il loro diritto di farlo.

Tuttavia, anche senza questa ragione, sarebbe molto difficile per me soddisfare questa richiesta. Ci sono altre due ragioni per ciò. La prima è che io credo nella privacy come un diritto umano. Ciò significa che non puoi ignorarla solo quando è inopportuna. È un diritto che dovrebbe essere incorporato nelle fondamenta della nostra società e, nel frattempo, sia la vigilanza delle aziende che quella governativa si stanno avvicinando sempre più ad essere onnipotenti. Quello che abbiamo nel nostro cranio è intimamente connesso a ciò che abbiamo nei nostri dispositivi e credo che sia il punto in cui deve essere tracciata la linea.

Ma che dire delle persone cattive? Questa è la domanda immediata che tutti chiedono. La risposta è molto semplice. Le forse dell'ordine hanno più potere per investigare che mai prima nella storia. Questo dovrà essere sufficiente. Negli Stati Uniti, il 4° emendamento protegge da ricerche irragionevoli e dal mio punto di vista, la ricerca attraverso i dispositivi è chiaramente irragionevole. Dovremmo trovarci ancora in un casodi una presunzione di innocenza.

L'altra ragione è semplice. I miei dispositivi contengono conversazioni con altre persone. Se rivelassi le mie password, permetterei all'Ecuador la possibilità di invadere la privacy di tutti i miei amici, familiari e colleghi. Questo è chiaramente non eticamente accettabile. Il laboratorio forense cercherà sicuramente di penetrare nei miei dispositivi. Probabilmente avranno successo con alcuni, specialmente se usano strumenti del mercato nero o del "mercato grigio" per i dispositivi Apple, anche se probabilmente costoso, ma almeno non sarò complice di questa azione illegale ed immorale.

È tempo per noi di stabilire linee chiare intorno alla nostra vita digitale. Se non lo facciamo, gli interessi politici lo faranno, e i risultati non saranno di nostro gradimento.

6 maggio 2019

Ola Bini